Defining key groups and integrated care

Additional info

 

Definizione dei gruppi chiave e dell’assistenza integrata.

 

Chi sono gli operatori sanitari professionisti?

Casa, comunità e personale di assistenza residenziale che sono pagati per il loro lavoro rientrano all'interno della categoria degli operatori sanitari professionisti. I servizi per gli anziani che hanno bisogno di cure e assistenza devono essere forniti da personale qualificato e competente, con un salario decente e condizioni di lavoro stabili, e secondo un carico di lavoro gestibile. I diritti dei lavoratori devono essere rispettati e la riservatezza, l’etica professionale e l'autonomia professionale protetti. Le opportunità per l'apprendimento continuo e di miglioramento dovrebbero essere a disposizione di tutto il personale di cura (WeDo Project 2012).

 

Chi sono gli operatori sanitari non-professionisti?

Gli operatori non-professionisti sono molto spesso componenti della famiglia, ma possono anche includere gli amici, i vicini di casa e altre persone importanti che prestano assistenza ad una persona anziana che ne ha bisogno. Di solito non hanno uno status formale e di solito non sono pagati.

 

Assistenza integrata

L'obiettivo dell’assistenza integrata è quello di progettare e realizzare percorsi assistenziali individuali, finanziariamente e amministrativamente coordinati al fine di ottenere migliori risultati in termini di efficacia e soddisfazione degli utenti. La fornitura di cure appropriate al momento giusto nella cornice più appropriata implica la collaborazione in team multi-disciplinari, la collaborazione tra i fornitori e le agenzie, il tutto in collaborazione con la persona anziana bisognosa di cure e di assistenza e ai loro accompagnatori (WeDo Project 2012).

References

Bibliography

Riferimenti

  1. Block, J., Smith, M., & Segal, J. 2016, ‘Better sex as you age’, viewed 16 February 2016, http://www.helpguide.org/articles/aging-well/better-sex-as-you-age.htm
  2. Camacho., M.E., & Reyes-Ortiz, C.A., 2005, 'Sexual dysfunction in the elderly: age or disease?', International Journal of Impotence Research, vol. 17, pp. 52–56.
  3. European Commission, 2010. European Charter of the rights and responsibilities of older people in need of long-term care and assistance, viewed 16 February 2016, http://www.age-platform.eu/images/stories/22204_AGE_charte_europeenne_EN_v4.pdf
  4. European Commission, 2008, ‘Long-term care in the European Union’, ‘Directorate-General for Employment, Social Affairs and Equal Opportunities, Luxembourg.
  5. Haw, C., & Stubbs, J. 2010, ‘Administration of medicines in food and drink: a study of older inpatients with severe mental illness’, International Psychogeriatrics, vol. 22, no. 3, pp. 409–416
  6. Hill, K., & Wee, R. 2012, 'Psychotropic drud-induced falls in older people', Drugs Aging, vol. 29, no. 1, pp. 15-30.
  7. Nagode, M., Zver, E., Marn, S., Jacović, A., & Dominkuš, D. 2014, ‘Long-term care – use of the international definition in Slovenija’, viewed 16 February 2016, http://www.umar.gov.si/fileadmin/user_upload/publikacije/dz/2014/DZ02_14_summary.pdf
  8. Sisk, J, Sexuality in Nursing Homes: Preserving Rights, Promoting Well-being, viewed 16. February 2016, http://www.todaysgeriatricmedicine.com/news/septstory3.shtml
  9. WeDo project, 2012, ‘European Quality Framework for long-term care services’, viewed 16 February 2016, http://wedo.tttp.eu/system/files/24171_WeDo_brochure_A4_48p_EN_WEB.pdf

Il presente progetto è finanziato con il sostegno della Commissione europea. L'autore è il solo responsabile di questa pubblicazione e la Commissione declina ogni responsabilità sull'uso che potrà essere fatto delle informazioni in essa contenute